giovedì 30 aprile 2015

CINA – COSTARICA

  • Raccontare la cronaca della partita servirebbe a ben poco, anche perchè priva di emozioni forti, e di contenuti tecnici importanti. Certo è che se Baggio avesse il passaporto Cinese ieri la Cina avrebbe vinto !!!
    Le curiosità invece sono molte a cominciare dalla lettera aperta dei giocatori della Nazionale che prima del match hanno scritto al popolo cinese, chiedendo di non illudersi troppo sull’esito del Mondiale. <<Per ora siamo ancora una squadra debole, che cercherà di fare esperienza ai Mondiali>> hanno detto in coro i calciatori.
    Questa cosa, però non è stata gradita dalla federazione calcio cinese, che ha interpretato questa mossa come un alibi, puntualizzando, anche che al tecnico Bora è stato chiesto espressamente di arrivare agli ottavi. Probabilmente è una mossa politica, per dare il “benservito” a Milutinovic dopo i mondiali.
  • Per la partita contro il Costarica trasmessa in diretta da tutti i canali della CCTV (sono 7 !!) si dice che ha avuto un odience di 700 milioni di persone.
    Per la partita, negozi, fabbriche, ecc... si sono fermati e tutti hanno assistito alla diretta.
    Ai bambini di parecchie scuole è stato dato un giorno di vacanza.
    Tutti in strada alla ricerca di un televisore che trasmettesse la partita, per i più poveri.
    Per i più ricchi sono stati allestite molte sale cinematografiche in cui vendevano un pacchetto che comprendeva partita e pranzo (per noi erano le 14,30) a 60 Dollari.
    Da segnalare, anche l’aumento dei prezzi delle magliette della nazionale e dei vari gadget. Si parla di un fatturato di decine di miliardi di Remimbi.
    Da notare che qui la maglia della nazionale costa circa 30 Remimbi (4 dollari)
    Più di 60.000 cinesi si sono recati in Korea e Giappone, acquistando tutti i biglietti a disposizione per le partite della nazionale cinese.
    E poi l’inno, che da noi non si canta, qui invece è un obbligo.
  • All’ingresso in campo delle due squadre il momento degli inni nazionali è stato veramente particolare. Io assistevo la partita in una sala del mia scuola calcio con più di mille ragazzi. Tutti in piedi a cantare l’inno di cui la prima parola è QI LAI (alzati).
    Qui l’inno lo conoscono tutti. A scuola ogni giorno prima dell’inizio delle lezioni viene issata la bandiera Nazionale e cantato l’inno.
    TelEvisioni, giornali radio, parlano continuamente dei Mondiali, con dirette, interviste, notizie sulle nazionali avversarie, ecc.
    Sono partite anche le scommesse su chi vincerà il Mondiale.
    Ogni due giorni vengono giocate le sei partite in programma a cui per ogni risultato viene assegnato a una quota.
    Si possono scommettere da un minimo di 2 Remimbi ad un massimo di 100 (270.000 Lire)
    Favorita e’ L’Argentina, con l’Italia al terzo posto.
  • Ora si aspetta il Brasile, dal quale si chiede di non fare come la Germania nel primo match, perdere, si, ma con poche reti.
    Da segnalare anche che il difensore Fan ZHIYI e LI WEIFENG, trascorsero un intero anno, in Brasile, quando erano giovani. E si perchè la federazione cinese aveva inviato i suoi migliori giovani in Brasile, per studiare calcio, con la speranza che in futuro, diventassero dei campioni nella loro terra. ZHIYI e LI WEIFENG c’è l’hanno fatta e per loro sabato sarà come un derby.