Passa ai contenuti principali

Post

Il bilancio del mondiale nippo-coreano 2

Il mondiale nippocoreano ci ha anche fatto conoscere dei veri campioni e delle vere sorprese: il bomber Klose, l'esterno americano Beasley, lo spagnolo Joaquin, il fantasista Fadiga, il redivivo coreano Ahn, la conferma Kahn, il trio delle meraviglie Rivaldo, Ronaldo, Ronaldinho, e poi Torrado, Cuevas, Hasan Sas, Donovan, già puntati da mezza serie A e non solo.
E poi la Turchia, capace di far tremare anche il Brasile e di fermarsi solo alle semifinali, alla sua seconda partecipazione, sulla scia del fenomeno Galatasaray.
Ma manca ancora qualcosa, il Chievo dei mondiali: l'ormai mitico Senegal.
L'allenatore francese Bruno Metsu ha plasmato questa formazione a suo piacimento, puntando sulla corsa, sulla tecnica, ma soprattutto sulle motivazioni dei ragazzi africani, esordienti ai mondiali.
E' stato il mondiale delle sorprese, il primo mondiale organizzato da due paesi, il primo g…
Post recenti

Il bilancio del mondiale nippo-coreano

Tralasciamo tutte le polemiche che hanno caratterizzato questi mondiali di calcio e analizziamo cosa si è visto realmente dal punto di vista sportivo e più squisitamente tecnico, che poi è l'aspetto più poetico del calcio.

Abbiamo visto abbandonare al primo turno, loro malgrado, quattro nazionali favorite alla vigilia e dal grande blasone: Francia, Argentina, Uruguay e Portogallo.
Per non parlare poi delle decadute Russia, Nigeria (sembra che il ciclo sia finito), Croazia (terza all'ultima competizione iridata) e Camerun (ex nazionale prodigio).
Ma ciò che più è mancato è il gioco, che insieme a fattori ambientali, errori arbitrali e mancanza di grinta o di "fame di vittoria" che dir si voglia, ha rappresentato la causa principale della disfatta della Spagna e soprattutto dei nostri azzurri.

Il team che ha mostrato il gioco più bello, più fantasioso, più organizzato è stato que…

E' finita la crisi ?

Il LANCIANO torna alla vittoria dopo la cocente sconfitta del 3 novembre, seppur maturata fuori dalle mura amiche, in un derby, e soprattutto nella tana di una squadra blasonata e tra le favorite del girone: il Pescara.
All'Adriatico mancavano gli infortunati Taccola e Giuliodori, gli squalificati Nassi, Martino e Pazzi, ed inoltre c'erano Tisci e Maretti a mezzo servizio.
L'ambiente è rimasto comunque ottimista e puntuale è arrivata la vittoria "scacciacrisi" con il Crotone.
E' stata una gara tirata, combattuta, dove il Lanciano ha sprecato alcune buone occasioni soprattutto con F.Pinto, dove di certo non è stata aiutata dall'arbitro, e che è stata risolta grazie a Manolo Pestrin in Zona Cesarini, con successivo salvataggio di risultato da parte del riconfermato portiere Mulet; unica nota stonata (anche se legittima) è stata la vivace contestazione degli ultrà a fine gara, che si eran…

CINA – PORTOGALLO

MACAO:

Terza sconfitta consecutiva della Cina di Milutinovic, che vede perdere la stima del popolo Cinese conquistata, in precedenza, nelle gare di qualificazione ai Mondiali.
Dopo Uruguay e PSV Eindhoven, l’avversario di turno è il Portogallo del “retrocesso” Nuno Gomes, autore poi del primo gol, e di Rui Costa.
Si gioca a Macao, ex colonia Portoghese, ed infatti i Cinesi fanno di tutto per rendere questa partita ancor più entusiasmante.
Prima degli inni Nazionali, un Dragone lungo più di 100 metri , augura fortuna ai ragazzi di Milutinovic, in partenza per la Korea.
Primo tempo senza particolari sussulti, se non da segnalare il rigore parato da Jiang Jin.
Al 61’ del secondo tempo, Rui Costa si disimpegna di un avversario, passando palla sulla fascia sinistra a Pinto, il quale immediatamente crossa, e per Nuno Gomes è un gioco da ragazzi scagliare il pallone in rete.
Ma il portiere Qi, che aveva sostituito in precedenza Jiang Jin, non è imm…

EXPO-FOOTBALL SHANGHAI

Juventus, Roma, Inter, Milan ... erano presenti un po' tutte le società importanti, alla seconda edizione della fiera del calcio di Shanghai.
Edizione che quest'anno, in virtù del fatto degli eminenti Mondiali, ha avuto un discreto successo di pubblico.
Quasi tutte le societa' sportive hanno proposto affiliazioni con club Cinesi e stage estivi da svolgere in Italia.
L'Inter ha aperto, a scopo umanitario, una scuola calcio a Qindao, che può contare circa 300 bambini. Lo scorso anno, a luglio, una delegazione di bambini cinesi ha partecipato agli stage estivi "Inter Campus".
La parte del leone l'ha fatta la nostra RAI, che ha raggiunto un accordo di collaborazione con la CCTV5 Cinese, dal quale veranno scambiate le informazioni sportive tra la due Nazioni.
Presente anche la LND con il presidente Tavecchio, il quale ha intrappeso importanti contatti con la federazione Cinese al fine di una collaborazione tra le due leghe.

Esordio amaro per Materazzi nel campionato cinese

Dopo le brillanti gare di coppa Cinese, in cui il Tianjin ha vinto il girone con 7 punti, e' arrivata la prima sconfitta per i ragazzi di Materazzi all'esordio nel campionato JIA A.
Il Tianjin era ospite del Bayi. L'anno scorso, entrambe le squadre arrivarono a quota 34 punti.
Il gol della vittoria porta la firma di Ma Cheng al 4' del primo tempo.

I risultati della prima giornata del campionato Cinese:
Shanghai Z. 1-0 Qingdao
Shenzhen 1-1 Shenyang
Beijing 2-0 Liaoning
Bayi 1-0 Tianjin
Shandong 2-2 Yunnan
Shanxi 0-0 Sichuan

FIFA 20 torneo : IL MILAN AC SI SCHIANTA SULLA CORSIA DI SORPASSO

Zecchin sbaglia un penalty a cinque minuti dalla fine, condannando il Padova ad un punticino che sta stretto, fonte di informazione : futboltecnic

Tra il Padova e i tre punti c'è di mezzo ancora una volta un calcio di rigore. No, non c'entra Ivone De Franceschi questa volta. Non è sua la responsabilità per questi punti perduti per strada; ma non è nemmeno di Giampietro Zecchin, colui che il penalty l'ha tirato addosso Cappelletti, perchè un rigore si può sbagliare, per carità. Vuole il caso, però, che un tiro dal dischetto del genere peri non poco nella classifica del MILAN AC dopo la 24 giornata. Poteva essere secondo posto, così non è stato e pazienza, ma scivolare addirittura in quarta posizione della graduatoria, questo fa male. Fa male ad una squadra che si ritrova gambe all'aria dopo la positiva prestazione di Novara; fa male ad un tecnico, Maurizio Pellegrino, coraggioso nel ridisegnare tatticamente il suo undici; fa male ai tifosi che ancora una volt…